Quando in gioco è la vita: la rassegna

Il Comune di Ardesio, in collaborazione con lo Studio di Psicoterapia della dott.ssa Cinzia Emilia Sala e con la Cooperativa di Bessimo Onlus, organizza una rassegna di serate di sensibilizzazione sul tema delle dipendenze dal titolo “QUANDO IN GIOCO E’ LA VITA”. Il programma degli incontri, tutti previsti presso la sala polifunzionale dell’istituto scolastico di Via L.Da Vinci ad Ardesio:

  • 24 settembre 2014: PERDERSI IN UN BICCHIERE. L’alcol nella nostra cultura ha da sempre rivestito un ruolo centrale rappresentando un simbolo del benessere e del divertimento: ma qual è il confine tra uso, abuso e dipendenza? In età adolescenziale l’alcol viene spesso usato, e abusato, come strumento di accettazione sociale e facilitatore delle relazioni tra pari. Che ruolo possono rivestire i genitori nell’ educare ad un uso più consapevole di tale sostanza, già nell’infanzia? Si discuterranno inoltre alcuni aspetti psicologici della dipendenza da alcol e possibilità di trattamento.
  • 1 ottobre 2014: DAL GIOCO ALL’AZZARDO.  “Il gioco è un’esperienza, che è sempre un’esperienza creativa…e una forma fondamentale della vita”. Parole di Donald Winnicott, celebre psicoanalista infantile, il quale ha sempre parlato del gioco come un elemento costituzionale nello sviluppo del bambino che rappresenta le basi per una crescita armonica e creativa. Saper offrire al proprio bambino gli strumenti per imparare a giocare, e soprattutto a godere del piacere e del divertimento del gioco, è utile affinchè il bambino, attraverso esperienze di gratificazione positive e costruttive, diventerà un adulto in grado di scegliere le esperienze favorevoli per sé sulla base del suo passato. Talvolta tuttavia il gioco diviene un azzardo e l’azzardo può a suo volta divenire un’esperienza problematica sia nell’adolescente, che in età adulta, che nell’anzianità. Il gioco d’azzardo, tema di grande attualità, interessa trasversalmente diverse fasce di popolazione, ha una storia molto antica ed intrecciata con aspetti socio-culturali. Affronteremo inoltre le credenze relative al tema della fortuna e delle probabilità di vincita, talvolta distorte grazie anche al ruolo svolto dalle pubblicità, sempre più accattivanti, diffuse dai mass media. Verranno date indicazioni rispetto a possibili percorsi di trattamento.
  • 8 ottobre 2014: IN SOSTANZA (STUPEFACENTE)… NON E’ UN GIOCO. Si sente spesso parlare di “nuove droghe”, ma: cosa sono?, come si chiamano?, dove si possono trovare? sono sicuramente gli interrogativi che destano maggiore preoccupazione. Nuove droghe sul mercato, nomi come: Budder, Krokodil, Ya ba, Spice, e le cosidette “smart drugs”, ma anche vecchie sostanze che tornano di moda. Il mondo degli stupefacenti sta allargando i suoi orizzonti e allo stesso tempo riportando alla ribalta vecchie piaghe come l’eroina, che negli ultimi anni è nuovamente popolare tra i giovani. L’adolescenza del resto è una fase della vita ricca di turbamenti e cambiamenti: il ragazzo è chiamato a ridefinire la propria identità verso una nuova immagine adulta di sé. La sperimentazione e la trasgressione fanno parte degli strumenti che l’adolescente utilizza per conoscere se stesso, i propri limiti e il senso delle norme e delle regole che da sempre gli sono state imposte e che lui, da bambino, ha acriticamente rispettato. Cosa possono fare i genitori dinanzi a queste forme più trasgressive di indipendenza? Quali segnali possono aiutare i genitori a capire quando la trasgressione sta diventando pericolosa per il figlio? Discuteremo alcuni aspetti psicologici dell’abuso/dipendenza da sostanze e come/a chi rivolgere una richiesta di aiuto. Un’educatrice esperta presenterà inoltre la realtà della comunità terapeutica, luogo in cui scommettere ogni giorno su un nuovo inizio possibile, anche in situazioni di estrema fragilità, attraverso un percorso terapeutico che sia allo stesso tempo condiviso, efficace ed inclusivo.

La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti, perché tutti possiamo essere toccati direttamente o indirettamente da queste realtà, spesso sentendoci disarmati e spaventati. Durante ciascuna serata sarà possibile aprire un dibattito sul tema in questione, oltre a questo, in occasione del primo appuntamento, i partecipanti potranno eventualmente scrivere delle domande in forma anonima su qualsiasi argomento connesso ai temi della rassegna: le relatrici risponderanno nel corso delle serate successive.

E’ possibile contattare le relatrici per qualsiasi informazione.

 

Le relatrici:

  • dott.ssa Sara Brescianini: laureata in Scienze dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Bergamo con tesi dal titolo: “I detenuti e le dipendenze, nuove strategie d’intervento”. Educatrice professionale presso la Comunità Terapeutica maschile di Bessimo di Rogno (BG) specialistica per Poliassuntori della Cooperativa di Bessimo. Collaboratrice al Progetto Prevenzione promosso negli istituti d’Istruzione della Valle Camonica, Cooperativa di Bessimo. Telefono: 3478485896
  • dott.ssa Cinzia Emilia Sala: psicologa, psicoterapeuta. Ha maturato esperienza nell’ambito delle dipendenze sia come educatrice che come psicoterapeuta. Psicoterapeuta presso lo SMI Gli Acrobati (Concesio, BS) presso cui lavora in due sportelli per il trattamento del Gioco d’Azzardo Patologico. Coordinatrice del Progetto Rolling Stones della Cooperativa di Bessimo (Rogno, BG), per persone tossicodipendenti e alcoldipendenti in condizione di cronicità. Operatrice presso la Comunità terapeutica di doppia diagnosi femminile di Adro (BS) Cooperativa di Bessimo. Psicoterapeuta libera professionista con studio in Clusone (BG) , via Cremona 3. Telefono: 3661750336
  • dott.ssa Laura Savoldelli: psicologa, specializzanda in psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza. Operatrice presso la Comunità specialistica per donne con figli di Cividate Camuno (Bs) Cooperativa di Bessimo. Ha maturato esperienza come psicologa presso consultorio familiare. Telefono: 335335317

 

Volantino "Quando è in gioco la vita"

 



I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati .

Accetto i cookies di questo sito.